Cookie Policy Privacy Policy Cookie Policy Coda lunga: cosa sono le parole chiave a coda lunga?

Cosa sono le parole chiave a coda lunga? Ultimamente si utilizza spesso il termine coda lunga, ma cosa significa? Oggi vi spieghiamo che cosa significa e perché oggi le parole a coda lunga sono importanti per il web marketing e per la SEO.

Coda lunga: dove nasce e che cos’è

Il termine coda lunga, o meglio Long Tail, è stato coniato da Chris Anderson ed è comparso per la prima volta nel saggio del febbraio 2003 Power Laws, Weblogs and Inequality dell’autore Clay Shirky.

Anderson ha definito la Long Tail e i suoi effetti sui modelli di business attuali e futuri nel 2004, prima in alcuni discorsi e poi in un articolo della rivista Wired, e successivamente ha sviluppato il discorso nel suo primo libro The Long Tail: Why the Future of Business Is Selling Less of More pubblicato nel 2006.

Ma che cos’è la coda lunga? Secondo Anderson è una strategia di vendita al dettaglio, improntata su analisi statistiche, secondo cui si preferisce vendere un numero alto di oggetti unici in quantità piccole di ogni oggetto venduto, rispetto a vendere un numero minore di elementi più popolari in grandi quantità.

Insomma, seguendo questa teoria i prodotti a bassa richiesta o con un basso volume di vendita, insieme possono diventare una quota di mercato più alta rispetto a prodotti molto venduti ma in poca quantità, se il canale di distribuzione o il negozio è sufficientemente grande.
Per fare un esempio citato dallo stesso Anderson, su Amazon.com risultano molto più alte le vendite di libri poco conosciuti (o addirittura sconosciuti), non acquistabili nelle librerie, rispetto alle vendite dei bestseller.

La Long Tail è un mercato potenziale e, come illustrano gli esempi, la distribuzione e le opportunità del canale di vendita creato da Internet spesso permettono alle aziende di sfruttare questo mercato con successo.

La coda lunga nella SEO

Ma cosa centra la coda lunga con la SEO? Avete appena visto come la coda lunga sia un mercato potenziale che può essere ben sfruttato dalle aziende soprattutto grazie alle fantastiche potenzialità che oggi offre il web marketing.

Per questo motivo, nell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) la coda lunga può trovare la sua maggiore applicazione. Ad esempio Wikipedia è ben posizionata sui motori di ricerca grazie a tantissime parole a basso volume di ricerca che, insieme, generano molto più traffico rispetto a poche voci più popolari presenti in una classica enciclopedia come può essere l’Enciclopedia Britannica, immaginiamo kw a coda lunga del tipo “come scrivere una tesi”, oppure “scegliere il miglior hosting”, ecc.

Insomma, utilizzare parole chiave a coda lunga nella SEO significa scegliere tante keywords con volume di ricerca basso piuttosto che poche parole chiave con un volume di ricerca alto.

coda lunga

Cosa sono le parole chiave a coda lunga

Se il concetto non vi fosse ancora chiaro, proviamo a fare qualche esempio di parole chiave a coda lunga.
Pensate alla parola chiave “smartphone” e a quante ricerche su Internet ottiene ogni giorno (quindi parliamo di un volume molto alto). Se avete un sito e-commerce di smartphone, vi conviene molto di più essere ben posizionati per parole chiave più specifiche come “iPhone X” o “Samsung Galaxy”.

Questo perché chi sta cercando “iPhone X” è quasi sicuramente pronto ad acquistare quel prodotto, mentre chi cerca “smartphone” si sta solo guardando intorno.

Incentrando il proprio sito su parole chiave a coda lunga è quindi molto più facile aumentare le probabilità di acquisire clienti paganti e non solo: la concorrenza di parole a coda lunga è decisamente inferiore rispetto alla concorrenza per parole generiche come smartphone.

E quando si parla di coda lunga come abbiamo visto in apertura si va fino in fondo in tutti i sensi… 😉   “come acquistare il miglior iPhone X”  “sconti e promozioni Samsung Galaxy”

Come usare la coda lunga per il tuo business

La coda lunga applicata alla SEO può essere utilissima per chi vuole far conoscere il proprio business attraverso il web.
Se avete una determinata attività potete ben posizionarvi sui motori di ricerca proprio grazie alle parole chiave long tail: ad esempio, è ottima questa strategia in ambito local, se siete dei medici a Genova utilizzate parole più specifiche come “medico pediatra Genova”, “otorino laringoiatra Genova” ecc.

La coda lunga applicata alla SEO può essere anche vantaggiosa dal punto di vista economico: le parole chiave più specifiche sono più semplici da posizionare e quindi meno costose in termini di tempo e energia: inoltre, convertono di più portando un maggiore guadagno per ogni visitatore.

Se state cercando una strategia vincente, ricordatevi il nostro articolo e tenete sempre in considerazione il posizionamento sui motori di ricerca basato sulle parole chiave a coda lunga!

Richiedi le slide del primo capito del Corso “Le basi del Web Marketing per chi scrive per il Web

[contact-form-7 404 "Not Found"]

privacy policy